Ddl Zan, Meloni riunisce senatori: "Fdi compatta, sinistra esce con ossa rotte"

·1 minuto per la lettura

Siamo stati l'unico gruppo compatto, eravamo tutti presenti, 21 su 21. Giorgia Meloni riunisce i suoi senatori subito dopo il voto in Aula a palazzo Madama che ha fatto scattare la tagliola per il ddl Zan. La presidente di Fdi, raccontano, avrebbe espresso soddisfazione per la prova di compattezza del suo gruppo parlamentare. La nostra scelta, è stata determinante per far saltare il ddl Zan, sarebbe stato il commento dell'ex ministro della Gioventù che avrebbe poi sottolineato l'arroganza e la sicumera della sinistra che ha voluto andare a schiantarsi contro un muro e ne è uscita con le ossa rotte...

Nel corso della riunione Meloni sarebbe tornata sul caso del video di Fanpage e dell'audio 'rubato' di Matteo Salvini su Fdi: è uno sconcio che una parte del nostro giornalismo consista nell'avere infiltrati e nel mettere microfoni in riunioni privati... Meloni, apprende l'Adnkronos, avrebbe poi ribadito che Fdi è, e non da ieri, contraria al nostalgismo, mettendo in chiaro che chi, anche da semplice militante, assume questi atteggiamenti nostalgici danneggia il partito e questo va contrastato in tutti i modi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli