Ddl Zan, Salvini: via ciò che divide e in un mese ok definitivo

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 13 lug. (askanews) - "Togliamo dal banco una volta per tutte quello che divide e in un mese sia il Senato che la Camera approvano una norma di civiltà che punisce pesantemente chi offende, aggredisce o discrimina un altro essere umano e andiamo votare questa legge. Se invece qualcuno per tenere unito un partito ed evitare che si divida in mille correnti non vuole che gay e trans siano tutelati lo dica in quest'aula". Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, intervenendo in aula al Senato nel corso dell'esame delle pregiudiziali presentate dalla Lega e da Fdi al ddl Zan.

"Se l'obiettivo è tutelare il diritto all'amore e alla libertà - ha aggiunto - poniamo da parte la bandiera dell'ideologia, aumentiamo le pene per chi offende. Io ho due figli: come cresceranno, chi ameranno è affare loro. Se siamo d'accordo su questo, smettiamola. Prendiamocela con i paesi del mondo che per l'omosessualità prevedono la pena morte, l'ergastolo e il carcere. Ridiscutiamo gli accordi commerciali con questi paesi: non voglio fare affari con l'Iran".

"Se dai dieci articoli del ddl Zan che i cantanti, gli opinionisti e gli influencer non hanno manco letto prendiamo la parte più importante per cui ringrazio Zan e togliamo quello che divide, togliamo i bambini, l'educazione nelle scuole elementari, la lasciamo a mamma e papà non allo Stato, diamo meno spazio di interpretazioneai giudici e ai tribunali, il reato deve essere chiaro. Togliamo dal campo quello che divide che rischia di affossare il ddl Zan. Chi si scrive sulla mano ddl Zan se non ascolta gli altri raggiunge l'unico obiettivo di cancellare il ddl dalla mano", ha concluso Salvini.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli