DDL Zan, Tommaso Zorzi furioso al Maurizio Costanzo Show: 'È un gioco politico'

·3 minuto per la lettura

Al Maurizio Costanzo Show, Tommaso Zorzi si è schierato ancora una volta a favore del DDL Zan contro discriminazioni e violenze per orientamento sessuale, genere, identità di genere e abilismo, aprendo una nuova fase polemica negli studi dello storico talk di Mediaset e facendo tanto rumore da far uscire la discussione dagli studi tv. Ma cosa avrà mai combinato il buon Tommy?

LEGGI ANCHE -- DDL Zan: Fedez, Zorzi e i vip che l'appoggiano e quelli che lo criticano

tommaso zorzi maurizio costanzo show ddl zan
Tommaso Zorzi sbotta completamente sulle difficoltà di approvazione del DDL Zan, arrivando anche all’aperta polemica con Matteo Salvini. Foto: Ufficio Stampa Mediaset, Red Communications

Tommaso Zorzi sbotta sulle difficoltà di approvazione del DDL Zan

Andiamo con ordine. Al Maurizio Costanzo Show, di fronte alla senatrice Licia Ronzulli di Forza Italia, nel momento in cui si è parlato delle difficoltà di portare il DDL Zan al Senato Tommaso Zorzi è sbottato completamente.

È inaccettabile che diventi un gioco politico, e chi ne fa le spese siamo noi”, ha detto il vincitore del GF Vip, raccogliendo pareri concordi da parte di diversi ospiti, tra i quali il principe Emanuele Filiberto di Savoia.

https://twitter.com/Costanzo/status/1387533503559086088

Zorzi contro Salvini: la polemica sui social

Poi, sui social, Tommaso Zorzi ha anche attaccato il leader della Lega, Matteo Salvini, ancora contro il ddl Zan.

Quell'altro là – è sbottato –festeggia perché ha 100mila firme nella sua petizione di me**a contro il coprifuoco. 100mila firma è niente, le mie storie fanno 100mila visualizzazioni in 20 minuti! È niente: è una disfatta, una tragedia!”

Salvini ha attaccato a sua volta Tommaso, scrivendo: “Secondo l’amico Zorzi, che peraltro mi sta anche simpatico, voi 117.346 che avete firmato per la battaglia #nocoprifuoco per il diritto al lavoro ed alla libertà, siete NIENTE. Io sono “quell’altro là” e la raccolta firme a cui avete aderito è solo una ‘petizione di me**a’”.

Tommaso ha subito replicato con una storia, nella quale ha detto chiaramente quello che pensa: “Matteo Salvini ancora una volta finge di non capire. Caro Matthew, la tua battaglia con la Lega per l'abolizione del coprifuoco viene descritta come una grande vittoria perché hai raccolto 100mila firme. E bravi voi. Invece noi per le oltre 500mila firme per il DDL Zan cosa dovremmo fare? Ballare T'Appartengo sui tacchi mentre prepariamo dei cupcake a forma di ca**o? Chiedo per un amico”.

https://twitter.com/matteosalvinimi/status/1387403368918835207

https://twitter.com/Merycat16/status/1387410716467077131

Tommaso contro Platinette: il botta e risposta

Ma sul DDL Zan, Tommaso Zorzi non ha attaccato solo Matteo Salvini, ma anche Platinette, che a Libero ha dichiarato: “Sono contrario alla legge Zan, vietare il dissenso è liberticida […] Mi lasciano perplesso le battaglie di tutti questi vip a favore della legge Zan, secondo me non l’hanno neppure letta. Agiscono in branco, come chi assale un inerme. I veri discriminati oggi sono gli eterosessuali e chi li difende; ormai sono una razza in estinzione. Tolleranza significa avere compassione di chi non è come te, e questo è un problema che hanno pure i gay”.

Di fronte a queste parole, Tommy ha pubblicato un’altra storia, scrivendo: “Ma oggi è la giornata nazionale dei clown?”

https://twitter.com/want_zorzi/status/1387423484549140490

Foto: Ufficio Stampa Mediaset