Debito Napoli, Carfagna: de Magistris salvato da polo populista

Tor

Roma, 12 feb. (askanews) - "L'intenzione di rinviare, senza risolvere, il problema del debito di Napoli si spiega con la volontà politica di Pd e M5S di salvare Luigi de Magistris dalle sue responsabilità e scaricarle interamente sui suoi successori. È il primo atto del nuovo polo populista che stanno costruendo a sinistra a partire dalla nostra città. Se questo è quello che vogliono, auguri. Noi saremo sempre fieramente dall'altra parte". Lo dichiara Mara Carfagna, vicepresidente della Camera e consigliere comunale di Forza Italia a Napoli.

"Il fallimento del piano di risanamento di de Magistris è stato sancito dalla Corte dei conti e dalla Corte costituzionale, oltre che dagli stessi numeri. Il sindaco deve assumersi la responsabilità di fronte ai cittadini dei disastri che ha provocato, non può pensare di cavarsela con un emendamento parlamentare presentato da qualche amico. I cittadini napoletani stanno già pagando le conseguenze della sua azione e non possono essere condannati a farlo ancora così a lungo. Il risanamento finanziario del Comune è un'urgenza che non si può rinviare", chiarisce Carfagna.

"Capisco l'imbarazzo dei miei colleghi consiglieri di Pd e M5S, impegnati da anni nell'opposizione a quello stesso sindaco che oggi i loro compagni di partito a Roma vogliono salvare. Possono fare ancora in tempo a fermarli, se ci riescono. Di sicuro, FI si opporrà al salvataggio di de Magistris in Parlamento, così come lo ha sempre contrastato in Comune. Senza ambiguità", conclude l'esponente forzista.