Debutto a Le Mans per ll pneumatico racing sostenibile di Michelin

·1 minuto per la lettura

Il pneumatico "démonstrateur 46" Michelin apparirà a Le Mans per la prima volta quest'anno montato sul prototipo Green GT H24 alimentato a celle a combustibile che effettuerà un giro di parata prima dell'inizio della gara. Rivelato al summit internazionale sulla mobilità sostenibile Movin'On dello scorso giugno,

Si distingue quindi come eloquente dimostrazione del progresso di Michelin nel campo dei materiali sostenibili ad alta tecnologia. Campo nel quale l'azienda è riuscita a combinare con successo un'elevata percentuale di materiali sostenibili con prestazioni particolarmente elevate, un cerchio spesso considerato impossibile da far quadrare. Una percentuale tanto elevata di materiali sostenibili è stata ottenuta aumentando la quantità di gomma naturale ed incorporando il "nerofumo" recuperato dai pneumatici fuori uso.

Gli altri materiali sostenibili di origine biologica o riciclati entrati in questo nuovo pneumatico includono prodotti di uso quotidiano come scorze d'arancia e limone, olio di girasole e resina di pino, insieme a rottami di acciaio riciclati. Il pneumatico "démonstrateur 46" è un esempio concreto del piano "All Sustainable" del Gruppo, in base al quale tutti gli pneumatici Michelin saranno realizzati con il 40% di materiali sostenibili entro il 2030 ed al 100% entro il 2050. Oltre a utilizzare materiali sostenibili per la produzione dei suoi pneumatici, Michelin utilizza procedure di progettazione ecocompatibile per ridurre al minimo l'impatto ambientale in ogni fase del loro ciclo di vita.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli