Decaro: "Da Pnrr 40 mld ai Comuni ma fondi siano diretti non intermediati"

·1 minuto per la lettura

"Per spendere velocemente i 40 miliardi di euro del Pnrr destinati ai Comuni, proponiamo finanziamenti diretti e non intermediati, con la riduzione al minimo dei passaggi formali e burocratici per l’individuazione ed erogazione dei fondi". E' l'esigenza che ribadisce il presidente dell'Anci, l'Associazione nazionale dei Comuni italiani, Antonio Decaro aprendo a Parma, nei padiglioni della Fiera, i lavori dell'Assemblea annuale, alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Decaro sottolinea che "il Pnrr, Piano nazionale di ripresa e resilienza, è il piano di investimenti più importante della storia repubblicana. Forse l’Italia non avrà mai più una opportunità di investimenti come questa. Il che significa che non ci è dato sbagliare, non ci sarà un’altra occasione. Dobbiamo agire qui ed ora per raddrizzare le storture, le ingiustizie e le arretratezze del nostro Paese. E dunque le responsabilità di tutti i soggetti coinvolti in questa fase sono altissime, inderogabili".

Avverte il presidente dell'Anci: "Siamo chiamati ad una sfida senza precedenti. Ne va della credibilità del Paese che consegneremo ai nostri figli e su cui tutti noi saremo giudicati. Nessuno escluso. Siamo consapevoli della mole di lavoro che ci aspetta e di questo non dobbiamo avere paura. Dobbiamo anzi rivendicare questo ruolo e chiedere di essere messi nelle condizioni di fare al meglio il nostro dovere".

(di Enzo Bonaiuto)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli