Decaro: risorse Comuni sono finite, a rischio servizi pubblici

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 2 set. (askanews) - "Le risorse dei Comuni sono finite ad agosto. Anche tenendo conto dei 300 milioni ricevuti come misura di ristoro dal Covid, servono almeno altri 350 milioni. Altrimenti dovremmo tagliare i servizi pubblici... Rischiamo di non poter accendere i riscaldamenti o di tagliare i servizi sociali". Così il sindaco di Bari e presidente dell'Anci, Antonio Decaro, intervistato dal Corriere della Sera.

"Io comunque sono ottimista che saremo ascoltati. Tutti i partiti hanno compreso la nostra condizione di difficoltà. I Comuni non sono aziende che possono rinviare all'anno prossimo i bilanci. Noi dobbiamo avere i conti in ordine. A ottobre, novembre ci troveremo comunque in fortissime difficoltà", aggiunge Decaro sottolineando di essere comunque "ottimista che si troveranno nell'immediato risorse", ma "pessimista per il futuro. Sia per gli approvvigionamenti, a causa della guerra in Ucraina, sia per lo stoccaggio che non so per quanto tempo durerà".