Decodificato genoma melanzana, possibile ortaggi più... -3-

Red/Cro/Bla

Roma, 12 set. (askanews) - "Il genoma è stato ottenuto tramite una combinazione di tecnologie di sequenziamento di ultima generazione e mappatura ottica. La qualità dei dati è elevatissima e testimonia quanto siano cresciute le competenze italiane nel campo della genomica", commenta Massimo Delle donne, ordinario di Genetica presso il Dipartimento di Biotecnologie dell'Università di Verona.

"La melanzana è uno degli ortaggi più consumati al mondo e l'Italia ne è il principale produttore europeo. È stata domesticata oltre 2.000 anni fa in Asia e ha subìto un 'collo di bottiglia' genetico che ne ha ridotto la biodiversità e la resistenza a malattie e a stress ambientali. La decodifica del genoma ci ha già consentito di iniziare a esplorare il 'pool' genetico della melanzana e contribuirà al superamento di queste problematiche", chiarisce Sergio Lanteri, ordinario di Genetica agraria presso il Dipartimento di Scienze agrarie, forestali ed agroalimentari dell'Università di Torino.