Decreti sicurezza, Lamorgese: bozza pronta meno punitiva per Ong

Xfi

Firenze, 23 nov. (askanews) - I decreti sicurezza, voluti dall'ex ministro dell'Interno, Matteo Salvini, cambieranno con "norme che vanno in linea con le osservazioni delle Presidenza della Repubblica, nient'altro. Quanto ai problemi di carattere politico se ne parlerà in Consiglio dei Ministri". Lo ha precisato il ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese, in un'intervista nel corso della Festa de Il Foglio a Firenze.

"Ho una bozza di provvedimento pronto -ha continuato Lamorgese- che tiene conto delle osservazioni esplicitate dalla Presidenza della Repubblica, come la questione delle sanzioni amministrative. Ci sono degli aspetti ben individuati e noi ci stiamo muovendo, anche sulla reiterazione del reato. La nota della Presidenza poneva l'accento sulla particolare gravità della confisca della nave", e quindi va rimodulata "sulla reiterazione del reato" dei divieti delle autorità. Giù anche le sanzioni al comandante, che da un milione di euro scenderanno al massimo a 50 mila euro.