Decreti sicurezza, Matteo Salvini: "Li chiameremo decreti clandestini"

Giacomo Galanti
·Giornalista, HuffPost Italia
·1 minuto per la lettura
(Photo: Stefano Montesi - Corbis via Getty Images)
(Photo: Stefano Montesi - Corbis via Getty Images)

“Questi passano il tempo a smontare invece che a costruire. A quello che ho letto, li chiamerei ‘decreti clandestini’. Si torna esattamente alla mangiatoia sull’immigrazione clandestina e ai permessi regalati a chiunque cammina per strada e agli sbarchi a migliaia. Non so che cosa abbiano da festeggiare”. È questo il commento di Matteo Salvini sulle modifiche ai decreti sicurezza a margine dell’assemblea di Confindustria Cremona.

Anche la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, critica la scelta dell’esecutivo: “La modifica dei decreti sicurezza da parte del governo è l’ennesima dimostrazione di una politica che vuole trasformare l’Italia in un campo profughi d’Europa - spiega - e lo smantellamento di qualunque possibilità di difendere i nostri confini da parte dello stato italiano e di fare politiche serie in materia di immigrazione irregolare”.

A margine dell’assemblea di Confindustria Cremona, Meloni aggiunge: “Considero anche un paradosso che nello stesso momento nel quale si prendono in considerazione ulteriori misure restrittive per gli italiani, le stesse misure non valgono per le organizzazioni non governative. Un furore ideologico che rischia di devastare l’Italia e che la dice lunga sulle priorità di questa maggioranza”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.