Decreto agosto, previsto contributo a fondo perduto per i ristoranti

·1 minuto per la lettura
Decreto agosto, bonus ristorazione da 2.500 euro
Decreto agosto, bonus ristorazione da 2.500 euro

Nel decreto agosto approvato dal Cdm è presente il bonus ristorazione. Si tratta di un finanziamento a fondo perduto riservato agli esercizi di ristorazione che, a causa del lockdown per il coronavirus, abbiano perso almeno il 25% di fatturato rispetto a quello registrato tra marzo e giugno 2019.

Bonus ristorazione

“Con queste misure arriviamo a interventi per l’economia per un totale di 100 miliardi di euro. Tuteliamo l’occupazione, sosteniamo i lavoratori, le imprese, alleggeriamo le scadenze fiscali, aiutiamo le Regioni e il Sud”. Sono queste le parole utilizzate dal premier Giuseppe Conte per spiegare i contenuti del decreto Agosto. Tra le misure previste il bonus ristorazione, ovvero un finanziamento a fondo perduto destinato agli esercizi di ristorazione che, in seguito al lockdown, abbiano registrato una diminuzione del fatturato pari almeno al 25% rispetto a quello registrato tra marzo e giugno 2019. In particolare si tratta di un contributo minimo di 2.500 euro destinato all’acquisto di prodotti di filiere agricole, alimentari e vitivinicole da materia prima italiana.

“Bene bonus, accolta nostra proposta”, commenta Federcuochi. “Siamo grati alla ministra dell’agricoltura Teresa Bellanova e alla vice ministra dell’economia Laura Castelli per aver accolto la nostra proposta di un bonus a favore della ristorazione, finalmente una boccata d’ossigeno ad un intero comparto da troppi mesi sull’orlo del fallimento”. Il portavoce Alessandro Circiello ha spiegato: “Il Bonus ristoranti mette a disposizione risorse rilevanti e uno strumento che dà liquidità al sistema e ossigeno alle imprese. Le risorse a fondo perduto garantiscono la possibilità immediata per i ristoratori di acquistare prodotti dalle aziende agricole, agroalimentari, della pesca”.