Decreto Aiuti ter, in arrivo nuovo bonus da 150 euro: a chi spetta e come richiederlo

Decreto Aiuti Ter, indennità di 150 euro
Decreto Aiuti Ter, indennità di 150 euro

Un nuovo bonus di 150 euro per chi denuncia un reddito inferiore a 20mila euro lordi all’anno. Il provvedimento, secondo fonti governative, sarà contenuto all’interno del decreto Aiuti Ter, attualmente in esame dal Consiglio dei Ministri. Il bonus sarà una tantum e verrà erogato entro il primo ottobre 2022.

Il bonus nella bozza del decreto

”Ai lavoratori dipendenti, con esclusione di quelli con rapporto di lavoro domestico, aventi una retribuzione imponibile nella competenza del mese di novembre 2022 non eccedente l’importo di 1.538 euro” è riconosciuta ”per il tramite dei datori di lavoro, nella retribuzione erogata nella competenza del mese di novembre 2022, una somma a titolo di indennità una tantum di importo pari a 150 euro”.

Non solo per i lavoratori dipendenti

Oltre a quanto scritto nella bozza sopracitata, l’indennità sarà rivolta anche ai lavoratori autonomi, ai pensionati e agli invalidi. Non solo lavoratori dipendenti, quindi. Nello specifico, gli autonomi potranno percepire il bonus se, sempre nel periodo d’imposta 2021, hanno percepito un reddito complessivo inferiore ai 20mila euro. Per tutte le altre categorie l’indennità sarà erogata “in favore dei soggetti residenti in Italia, titolari di uno o più trattamenti pensionistici a carico di qualsiasi forma previdenziale obbligatoria, di pensione o assegno sociale, di pensione o assegno per invalidi civili, ciechi e sordomuti, nonché di trattamenti di accompagnamento alla pensione”.

Come ricevere il bonus?

Sono circa 22 milioni i soggetti interessati al bonus, ma al momento non è ancora chiaro se per riceverlo bisognerà inoltrare domanda oppure sarà semplicemente accreditato in maniera automatica. Il provvedimento rientra in un più ampio programma di aiuto alle famiglie per l’aumento delle bollette energetiche.