Decreto clima: con rottamazione vetture sconto di 2mila euro per i cittadini delle città metropolitane inquinate

HuffPost
ROME, ITALY - JULY 08: The new corridor of mobility 'Eur Laurentina - Tor Pagnotta a connection with direct trolleybus lines between suburbs of the quadrant South of Rome as Tor Pagnotta, Cecchignola and and Fonte Laurentina inaugurated of the Mayor of Rome Virginia Raggi (not pictured) on July 8, 2019 in Rome, Italy. (Photo by Stefano Montesi - Corbis/ Getty Images)

Un bonus fiscale da 2.000 euro per i cittadini che risiedono nelle città metropolitane inquinate nelle zone interessate dalle procedure di infrazione comunitaria e che rottamano autovetture fino alla classe Euro 4. Lo prevede la bozza del decreto “per il contrasto dei cambiamenti climatici e la promozione dell’economia verde”.

Il bonus è un credito di imposta che può essere utilizzato entro i successivi cinque anni per abbonamenti al trasporto pubblico locale, servizi di sharing mobility con veicoli elettrici o a zero emissioni.

Tra le misure previste nella bozza l’analisi delle opere in relazione agli effetti dei cambiamenti climatici per valutare la capacità di resilienza (adeguamento e adattamento) e l’introduzione della Valutazione di impatto sanitario (Vis) per gli impianti compresi nei Siti di interesse nazionale (i Sin, le aree maggiormente inquinate del Paese e da bonificare).

Nella bozza c’è anche un programma di incentivazione del trasporto sostenibile nelle grandi città e un insieme di misure urgenti per il miglioramento della qualità dell’aria.Tra i punti, credito di spesa per i cittadini che rottamano autovetture Euro 4 e diffusione di trasporti a zero emissioni, trasporto scolastico sostenibile e incentivi per il trasporto a domicilio; inoltre, azioni di imboschimento e l’indicazione ogni anno di una ’Città verde d’Italia’.

Continua a leggere su HuffPost