Decreto, mantenuta la possibilità di andare nella propria seconda casa

·1 minuto per la lettura
Nuovo decreto, possibile raggiungere le seconde case: anche in zona rossa
Nuovo decreto, possibile raggiungere le seconde case: anche in zona rossa

Emergono nuovi dettagli in merito al nuovo decreto Covid del governo, che entrerà in vigore dalla giornata di lunedì 15 marzo. Secondo le ultime indiscrezioni infatti, e fatta eccezione per eventuali ordinanze restrittive dei singoli territori, sarà possibile per i cittadini raggiungere le proprie seconde case, anche se queste si trovano in zona rossa o in un’altra regione. Al momento le faq del governo devono essere ancora aggiornate in merito, ma l’indirizzo dell’esecutivo sembra proprio essere quello di consentire spostamenti di questo tipo.

Decreto, si potranno raggiungere le seconde case

Secondo quanto si apprende tuttavia, lo spostamento verso le seconde case sarà consentito se si è in grado di dimostrare la proprietà dell’immobile in questione e a condizione che la casa in questione non sia già abitata da persone distinte rispetto al nucleo famigliare dell’interessato.

VIDEO - Pasqua in era Covid, cosa si può fare?

Il decreto approvato dal Consiglio dei Ministri questo sabato sostituisce l’ultimo Dpcm e sarà in vigore dal 15 marzo fino al prossimo 6 aprile. Si tratta di un rafforzamento delle restrizioni anti Covid dovuto sia all’avvicinarsi delle festività pasquali, come accadde mesi fa anche in concomitanza del Natale, che del peggioramento dello scenario epidemiologico in tutto il Paese. Da diversi giorni ormai il ritmo dei nuovi contagi ha infatti superato i 20mila casi giornalieri.

La situazione in Lombardia

Un caso particolare è quello della Regione Lombardia, dove attualmente non è consentito raggiungere le seconde case con la zona arancione rafforzata, ma sarà possibile farlo a partire da lunedì 15 con l’entrata in vigore della zona rossa.