Decreto Natale, seconde case ok se nella stessa regione

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Andare nelle seconde case in Regione, secondo quanto riferito da fonti di Palazzo Chigi, sarà possibile sempre durante l’intero periodo delle feste (cioè dal 21 dicembre al 6 gennaio) a cui fa riferimento il Decreto Natale, che contiene le misure per contrastare la diffusione del coronavirus.

"Durante i giorni compresi tra il 24 dicembre 2020 e il 6 gennaio 2021 è altresì consentito lo spostamento verso una sola abitazione privata, ubicata nella medesima regione, una sola volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le ore 05,00 e le ore 22,00, e nei limiti di due persone, ulteriori rispetto a quelle ivi già conviventi, oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la potestà genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi", si legge inoltre nel decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Durante le festività natalizie sono "consentiti gli spostamenti dai comuni con popolazione non superiore a 5mila abitanti e per una distanza non superiore a 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione in ogni caso degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia", si legge ancora nel decreto.

Per quanto riguarda le sanzioni, in caso di violazioni del decreto le multe vanno dai 400 ai mille euro.