Decreto Natale, zona rossa e arancione: cosa resta aperto

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Il Decreto Natale 2020 porta l'Italia in zona rossa (giorni festivi e prefestivi) e in zona arancione (giorni feriali). Le restrizioni toccano anche gli esercizi commerciali e la ristorazione, con diverse chiusure e qualche eccezione.

ZONA ROSSA - Negozi, centri estetici, bar e ristoranti saranno chiusi nella zona rossa dei giorni 24, 25, 26, 27 e 31 dicembre e 1, 2, 3, 5 e 6 gennaio. In questi giorni saranno consentiti l'asporto (fino alle ore 22) e le consegne a domicilio (senza restrizioni). Negli stessi giorni resteranno invece aperti supermercati, esercizi di beni alimentari e prima necessità, farmacie e parafarmacie, edicole, tabaccherie, lavanderie, parrucchieri e barbieri.

ZONA ARANCIONE - Nei giorni di zona arancione (28, 29, 30 dicembre e 4 gennaio) saranno chiusi bar e ristoranti mentre saranno consentiti l'asporto (fino alle 22) e le consegne a domicilio (senza restrizioni). Negli stessi giorni i negozi potranno invece rimanere aperti fino alle ore 21.

Decreto Natale 2020: spostamenti, autocertificazione e amici