Def, Brunetta (Fi): c'è scarsa chiarezza. Ue imporrà correttivi

Pol/Vlm

Roma, 8 ott. (askanews) - "Stupisce la totale assenza di specificazione delle azioni che il Governo intende fare per raggiungere i suoi obiettivi. Nel testo della Nadef è scritto che si procederà a una spending review ma non si scrive quali voci di spesa pubblica si intendono tagliare; si parla di riordino delle tax expenditures ma non si scrive su quali si vuole intervenire. Si parla di lotta all'evasione fiscale ma non viene specificato come si intende intervenire contro gli evasori". Lo scrive in una nota Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia.

"Come può pretendere il Governo, con una simile vaghezza, che l'Europa non intervenga imponendo dei correttivi, o che i mercati finanziari si fidino ancora del nostro Paese? Evidentemente, pur riconoscendo un certo realismo nelle previsioni macroeconomiche effettuate nella Nadef, spiace dover constatare che questo Governo non ha imparato nulla dagli errori del precedente, relativamente alla necessità di scrivere apertamente e in maniera dettagliata cosa vuole fare per ridurre l'enorme stock di debito pubblico, il principale problema della nostra economica. Avanti così, e presto dovremo assistere ad un nuovo scontro con Bruxelles e con i mercati finanziari", conclude.