Def: Fratoianni, 'costi crisi non possono essere pagati sempre dai soliti'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 20 apr. (Adnkronos) – “Abbiamo votato contro il Def proposto dal governo Draghi, innanzitutto perchè quel documento assume come un fatto normale e immodificabile l’idea che il costo della crisi debba essere pagato ancora una volta dai lavoratori, dai ceti medi e popolari. Cioè da coloro che pagano sempre e fanno i sacrifici ogni giorno. Dobbiamo rovesciarlo questo punto di vista". Così il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni in un video su twitter.

“E poi perchè quel documento assume ancora una volta come elemento immodificabile la riduzione degli investimenti pubblici in settori fondamentali per il futuro del Paese, dalla sanità alla scuola. Ed è il contrario – conclude l’esponente dell’opposizione di sinistra – di quello di cui ha bisogno il nostro Paese.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli