Def, Gelmini (Fi): manovra senza futuro e senza verità

Rea

Roma, 1 ott. (askanews) - "La Nota di aggiornamento al Def rivela che, rispetto alle roboanti promesse di svolta, questo governo non ha un progetto per il futuro e per l'Italia. Si prepara una legge di bilancio senza anima e senza verità. Dicono di aver trovato le risorse per sterilizzare l'Iva, ma non hanno trovato un bel niente. La prossima legge finanziaria sarà coperta per 14 miliardi da nuovo debito (sempre che la Commissione Europea accordi tale flessibilità ulteriore) e da 7 miliardi di lotta all'evasione (che non arriveranno). Una cifra aleatoria e scritta a caso per far quadrare i conti. Ci voleva il governo delle quattro sinistre per fare nuovo deficit e nuovo debito e per scatenare la guerra al contante e alle merendine". Così Mariastella Gelmini, presidente dei deputati di Forza Italia.

"Le entrate per privatizzazioni - prosegue Gelmini - sono un'altra posta improbabile, visto che nel 2019 questa voce ha portato zero euro nelle casse pubbliche. Per il cuneo fiscale pochi spiccioli: una vera e propria presa in giro, perché per recuperare il gap con altri paesi europei servirebbero almeno 18 miliardi e nella Nota di aggiornamento che ne sono appena 2,5. Intanto con la revisione delle tax expenditures e del catasto le tasse aumenteranno comunque. Per ora hanno lanciato la palla di in avanti di un paio di mesi, giusto per scavallare la scadenza delle elezioni in Umbria. Il rischio di aumento dell'Iva non è affatto scongiurato, anche se i megafoni di Palazzo Chigi continueranno a sostenere il contrario".