Def: Parente (Iv), 'salute è Pil, spesa sanitaria non deve mai calare'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 20 apr. (Adnkronos) – "La crescita del Pil nel quarto trimestre del 2021 è la più elevata tra quella delle grandi economie europee. Un risultato importante dovuto ad una campagna vaccinale condotta sotto la guida autorevole del presidente Draghi. Un risultato ottenuto grazie al lavoro anche delle imprese, della cittadinanza, del nostro sistema Paese. A fronte di questi dati la sanità diventa fondamentale per il nostro futuro. Bisogna accompagnare il Def con il Pnrr: non dobbiamo mai far calare spesa sanitaria perché la salute è Pil ed è necessario considerare alcune spese come un investimento soprattutto quelle in prevenzione". Così la senatrice di Italia Viva Annamaria Parente, presidente della commissione Sanità, intervenendo in aula sul Def.

"Occorre intervenire per cambiare l'approccio alla sanità: il nostro sistema sanitario deve essere implementato, pronto ad accogliere nuove tecnologie, a rafforzare il percorso dei farmaci innovativi e migliorare la cura dei pazienti e anche agire sulla prevenzione e la diagnosi precoce delle malattie. Abbiamo molte cose da sistemare: la medicina di territorio in primis come reale sanità di vicinanza, l'assistenza domiciliare, la carenza di personale sociosanitario, di medici, infermieri, assistenti sociali, la formazione. Bene il richiamo del Def al programma nazionale 'equità nella salute': non dobbiamo far calare la spesa sanitaria rispetto al Pil. Perché la sanità è ricchezza", ha proseguito.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli