Delegazione commissione Difesa Camera visita base militare Gibuti

Tor

Roma, 12 feb. (askanews) - "L'Italia si conferma realtà d'eccellenza nel settore della sicurezza e cooperazione internazionale. Così al rientro dalla visita conoscitiva la delegazione di deputati della Commissione Difesa a Montecitorio, per la prima volta nella piccola Repubblica di Gibuti. Un viaggio di quarantottore nell'ombelico del mondo, dove sono già presenti Basi militari di Cina, Stati Uniti, Francia, Giappone e Turchia, per approfondire temi di rilevanza e attualità per l'azione del nostro Paese nel campo della diplomazia militare. Difesa, delegazione Commissione Camera su visita base Gibuti". Lo si legge in una dichiarazione diffusa dalla delegazione della commissione Difesa della Camera che ha fatto visita nei giorni scorsi alla base militare italiana nella Repubblica di Gibuti.

"Ospiti della Base Militare Italiana di Supporto, al Comando del Colonello (E.I.) Michele Chiedi - affermano il presidente della delegazione Gianluca Rizzo e gli onorevoli Giovanni Luca Aresta, Nicola Carè, Roberto Paolo Ferrari, Alberto Pagani, Matteo Perego di Cremnago, Renzo Tondo- abbiamo toccato con mano uno degli impegni più apprezzabili per una Regione che - sempre più - è snodo principale di assetti geopolitici e strategici per l'Italia. Grazie anche a progetti ad alto impatto maturati dalla Cellula CiMiC Group". E "la presenza militare italiana a Gibuti è oggi solido riferimento per la popolazione locale", hanno commentato i parlamentari al rientro presso l'Aeroporto Militare di Pratica di Mare.

"L'azione dell'insediamento militare italiano si incentra principalmente sul supporto logistico ed operativo a favore dei nostri Contingenti impiegati in missioni internazionali nell'area del Corno d'Africa, Mar Rosso, Oceano Indiano e zone limitrofe ma anche per le numerose attività imprenditoriali che qui trovano una importante nicchia per lo sviluppo di interessi economici. Di notevolissima attenzione, per noi tutti - hanno proseguioto- l'attività della Missione formativa e addestrativa italiana (Miadit), condotta da Reparti specializzati dell'Arma dei Carabinieri, a supporto delle Forze locali, principalmente nei settori della sicurezza e del controllo del territorio, nel solco delle iniziative di capacity building e stabilizzazione della Somalia e del consolidamento della Repubblica di Gibuti, parallelamente aumentando la sicurezza del nostro Contingente nazionale schierato a Gibuti".

Soddisfatti i rappresentanti delle Forze politiche in Commissione Difesa, hanno concluso ringraziando il Generale C.d'A. (E.I.) Luciano Portolano, Comandante Operativo di Vertice Interforze, che in alcuni momenti ha accompagnato la delegazione