Delegazione di Rifondazione a Ostia rende omaggio a Pasolini

Mda

Milano, 2 nov. (askanews) - Una delegazione del Partito della Rifondazione Comunista con il segretario nazionale Maurizio Acerbo e il segretario della federazione romana Vito Meloni ha deposto oggi un mazzo di fiori presso il monumento dedicato alla memoria di Pierpaolo Pasolini nel luogo dove fu barbaramente trucidato nella notte tra il 1 e il 2 novembre 1975.

"Rendiamo omaggio a Pierpaolo Pasolini in un momento storico che purtroppo conferma le sue più disperate profezie sulla società italiana e l'entropia borghese - ha dichiarato Maurizio Acerbo. Da troppi anni Pasolini è stato decaffeinato, banalizzato, fatto oggetto di operazioni di appropriazione indebita di diverso segno, da parte di ex-comunisti diventati neoliberisti e persino della destra. Mai come oggi sono attuali le analisi e intuizioni di un intellettuale critico come Pasolini e prezioso il suo punto di vista di comunista dissidente. È ora di recuperare Pasolini con il dovuto rispetto per il rigore delle sue reali posizioni e la passione con cui gettò il corpo nella lotta. Non abbiamo incontrato - ha osservato Acerbo - la sindaca Raggi nè il presidente della regione Zingaretti nè il presidente Conte. M5S e PD troppo affaccendati con il vergognoso rinnovo degli accordi con gli aguzzini libici per trovare il tempo di portare dei fiori nel luogo dove fu barbaramente trucidato quello che Ferlinghetti ha definito il più grande poeta civile del Novecento".