Delitto di Verona: "Chiara aveva molti traumi interni"

Chiara Ugolini
Chiara Ugolini

L’autopsia sul corpo di Chiara Ugolini, la 27enne uccisa nel suo appartamento di Calmasino di Bardolino, nel Veronese, non ha permesso di determinare l’esatta causa della morte, ma ha fornito informazioni sulla dinamica dell'omicidio.

La ragazza presentava traumi interni, in particolare alla nuca, al torace, all'addome, segno di una colluttazione violenta, e probabilmente prolungata, con l'aggressore.

È probabile che Chiara abbia lottato a lungo con l’aguzzino prima di perdere la vita, ma ad avere un ruolo determinante nella morte potrebbe essere stata la candeggina di cui era imbevuto il bavaglio che occludeva la bocca della ragazza.

GUARDA ANCHE: Omicidio Chiara Gualzetti, il video racconto del delitto

L’assassino avrebbe schiacciato uno strofinaccio imbevuto della sostanza sulla bocca di Chiara e potrebbe averla costretta a ingerire la sostanza, con danni potenzialmente devastanti.

Il gip di Firenze Angela Fantechi ha intanto convalidato il fermo e disposto la misura cautelare in carcere per Emanuele Impellizzeri, che si è avvalso della facoltà di non rispondere. Al momento l'uomo è nel carcere di Sollicciano, a Firenze. La misura della custodia in carcere si è resa necessaria per il pericolo di fuga, per la gravità del fatto contestato e tenuto conto della personalità dell'indagato. 

Il vicino di casa di Chiara è accusato di aver commesso l'omicidio con le aggravanti di aver agito con crudeltà e per motivi abietti. Il gip, però, si è dichiarato incompetente per territorio e quindi trasmetterà gli atti al tribunale di Verona dove un altro giudice deciderà se confermare o meno il provvedimento.

"Impellizzeri è ancora sconvolto - ha detto il suo legale, Mattia Guidato - ma nei prossimi giorni parlerà con il giudice, ha la disponibilità a collaborare".

GUARDA ANCHE: Omicidio di Lecce, la dinamica del delitto

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli