Delitto di Verona, Chiara uccisa dal vicino di casa: domani autopsia

·1 minuto per la lettura
Chiara Ugolini
Chiara Ugolini

È prevista per domani l'autopsia sul corpo di Chiara Ugolini, la 27enne uccisa domenica sera nell’appartamento che condivideva col fidanzato a Calmasino di Bardolino, nel Veronese.

Ad essere accusato dell’omicidio è il vicino di casa della vittima, il 38enne Emanuele Impellizzeri che si sarebbe introdotto nell'appartamento arrampicandosi dal piano inferiore, salendo sul balcone.

L'uomo si trova ora nel carcere di Sollicciano dopo essere stato fermato lungo l’autostrada del Sole, vicino Firenze, mentre fuggiva in moto. Il 38enne, di professione carrozziere, avrebbe confessato ai Carabinieri di avere spinto la ragazza.

GUARDA ANCHE: Omicidio di Lecce, la dinamica del delitto

Emanuele Impellizzeri, alle spalle precedenti per rapina e furto e in regime di affidamento in prova ai servizi sociali, aveva sul viso e sul collo alcuni graffi ed era sporco di sangue al momento del fermo.

L'autopsia permetterà di chiarire se Chiara Ugolini sia stata colpita alla testa con un corpo contundente durante una colluttazione. Gli investigatori non escludono un'aggressione a sfondo sessuale che il 38enne avrebbe compiuto ai danni della ragazza, la quale avrebbe cercato di difendersi.

Chiara Ugolini, originaria di Fumane, si era trasferita da circa un anno a Calmasino insieme al fidanzato. Laureata in Scienze politiche aveva iniziato a lavorare nel negozio di abbigliamento del padre del compagno. A scoprire il corpo di Chiara, che giaceva sul pavimento dell’appartamento in una pozza di sangue, è stato il fidanzato. L'allarme è scattato perché la giovane non si era presentata al lavoro e non rispondeva alle chiamate.

GUARDA ANCHE: Omicidio Chiara Gualzetti, il video racconto del delitto

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli