Deliveroo, è di un ristorante italiano il piatto più popolare nel mondo del 2021

·3 minuto per la lettura
Salmon Poke (Photo: Pokeria)
Salmon Poke (Photo: Pokeria)

È un piatto preparato da un ristorante italiano, il “salmon poke” di Pokèria by Nima di Firenze, a svettare in prima posizione nell’annuale report ‘Deliveroo 100’, la lista dei piatti più popolari sulla piattaforma in tutto il mondo nell’anno che si sta chiudendo. Da un doner kebab alle uova alla diavola, il mix dei piatti più apprezzati nell’anno appena trascorso, da consegna a domicilio o da asporto, è interessante. Specie se in testa alla classifica globale c’è un piatto preparato da un ristorante italiano. Ecco la top ten dei piatti più popolari su Deliveroo nel 2021, in tutto il mondo.

1) Salmon Poke di Pokèria by Nima, Firenze;

2) Rice Noodle Meal di TamJai Yunnan Mixian, Hong Kong;

3) Build your own Poke Bowl di Honi Poke, Londra;

4) Double Cheeseburger Meal di McDonald’s, Hong Kong;

5) Les oeufs mayonnaise (Devilled Eggs) di Bouillon Service, Parigi;

6) Cheeseburger di Five Guys, Londra;

7) Greasy Burger di Grease Monkey, Canberra;

8) Build your own Poke Bowl di Ohana Poké Sushi, Den Haag;

9) Burrito Bowl di Guzman Y Gomez, SingaporeSweet;

10) Chicken Bowl from Hawaiian Poke Bowl Gand.

Dal report emerge che le Poke Bowl sono le star del 2021. Il piatto hawaiano, incredibilmente instragrammabile e allo stesso tempo nutriente, è risultato il preferito in sei Paesi diversi, e occupa il 40% della top 10 globale.

Anche una delle specialità più popolari lo scorso anno, l’hamburger, si è confermato tra le scelte preferite per il food delivery in tutto il mondo, con 18 posizioni su 100 occupate in classifica. Deliveroo ha inoltre registrato un aumento degli ordini di prodotti alimentari da supermercati presenti in piattaforma, con gli avocado di Waitrose a Londra o le banane di Giant a Singapore in cima alla lista.

Ma la tendenza di apprezzamento del cibo hawaiano è confermata anche da altre pietanze in classifica ispirate alla cucina di questo Paese: come il Rainbow Poke di Makito a Quartu-Cagliari (13esimo), l’ipoke di ipokeyou di Arezzo (45), il pokè di Pokewaii a Bolzano (48), il pokè di hawaii poke a Verona (60), il pokè di Koko House a Cagliari (75), lo Spicy Tuna Poke di Poke House di Milano (83) e il pokè di Pokèria by Nima a Milano (89). Scorrendo la Deliveroo 100 troviamo anche la schiacciata di All’Antico Vinaio a Milano (21) e Firenze (86), il pollo allo spiedo di Giannasi dal 1967 a Milano (31), il bacon cheese burger di Five Guys a Roma (51) ed il kos - pita gyros di ristorante Greco Ilios sempre a Roma (97).

Ma non ci sono solo pesce crudo e insalata. I classici ‘comfort food’ - hamburger, burrito e kebab - occupano un terzo delle posizioni sulla Deliveroo 100 di quest’anno, con alcuni preferiti tra cui greasy burger di Grease Monkey a Camberra, il famoso freshmex burrito di Aberdeen e il klassiker di Mont Berliner a Lione. Con sempre più supermercati che fanno il proprio ingresso in piattaforma in tutti il mondo e la domanda di prodotti alimentari andata alle stelle fin dal primo lockdown nel 2020, non è una sorpresa che alcuni prodotti della lista della spesa abbiano fatto il proprio ingresso nella top 100 di quest’anno. Tra questi, gli avocado di Waitrose a Londra, un casco di banane di Giant a Singapore e la birra Jupiler di Carrefour, ad Anversa.

La top100 di quest’anno mostra anche come le persone stiano apprezzando specialità locali accanto alle opzioni più classiche. Tra le specialità locali più popolari, Les oeufs mayonnaise ‘Champions du monde’ di Bouillon Service a Parigi, la schiacciata componibile dell’Antico Vinaio a Milano o le Julientje (patatine fritte condite, cipolle croccanti, maionese, sugo di stufato di carne e spezie saziate) di frittur frans hooiaard in Belgio.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli