Della Vedova: consapevoli di sovraccarico lavoro consolati

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 23 giu. (askanews) - "Ho fatto viaggi e visite solo nelle principali capitali europee e ho riscontrato consapevolezza dei problemi" relativi "ai tempi e al carico di lavoro" e della "determinazione a mettere energie, risorse e volontà anche oltre il profilo squisitamente professionale per ridurre il carico e fornire servizi nei tempi che i nostri connazionali aspettano, compatibilmente con un carico che per mille ragioni si è trovato ad espandere negli ultimi mesi". Così sottosegretario agli Affari esteri e alla Cooperazione internazionale, Benedetto Della Vedova, ha risposto, dinanzi al Comitato permanente sugli italiani nel mondo e la promozione del sistema Paese sui problemi registrati nella rete consolare in tempo di pandemia. "In alcune situazioni in Europa abbiamo già scollinato", ha detto Della Vedova.

"In alcune casi le situazioni hanno cominciato a migliorare: c'è l'impegno al dispiegamento di personale che però deve essere formato". Così sottosegretario agli Affari esteri e alla Cooperazione internazionale, Benedetto Della Vedova, ha risposto, dinanzi al Comitato permanente sugli italiani nel mondo e la promozione del sistema Paese sui problemi registrati nella rete consolare in tempo di pandemia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli