Della Vedova: Tabacci se ne va? Più Europa viva e vegeta

Pol/Bac

Roma, 27 set. (askanews) - "Tabacci ha annunciato che se ne va, ma il partito è vivo e vegeto. Diciamo che se il Pd sopravvive all'uscita di Renzi, +Europa sopravviverà all'uscita di Tabacci. Mantenendo la sua pozione netta, quella europeista e liberaldemocratica, nei confronti di un governo che avrebbe potuto essere di discontinuità e di novità, ma che invece ha preferito la continuità, con lo stesso premier prima al seguito di Salvini e adesso campione nella lotta a quest'ultimo. Del tutto incomprensibile per chiunque ci guardi con un minimo di distacco dalle questioni di palazzo". Lo ha detto il segretario di Più Europa, Benedetto Della Vedova, in un'intervista a Linkiesta.

"Non mi aspettavo questi toni sguaiati e il linguaggio velenoso e allusivo. Con delle ricostruzioni grottesche rispetto alle ragioni di +Europa e di Emma Bonino di stare all'opposizione. Decisione che - ha sottolineato Della Vedova - peraltro è stata presa democraticamente all'interno degli organi di partito, con quattro direzioni nel solo mese di agosto, e con un epilogo netto: hanno detto no alla proposta di stare all'opposizione dieci membri, di cui nove sono eletti al congresso con Tabacci, e hanno detto sì diciannove persone, con quattro astenuti. La decisione è limpida e condivisa all'interno di +Europa, si vede quindi - ha concluso - che Tabacci semplicemente non voleva stare più nel partito".