Delta o non Delta, inglesi liberi tutti dal 19 luglio

·1 minuto per la lettura
LONDON, UNITED KINGDOM - JUNE 30: British Prime Minister Boris Johnson leaves 10 Downing Street for his weekly Prime Ministerâs Question appearence in House of Commons in London, England on June 30 2021. (Photo by Tayfun Salci/Anadolu Agency via Getty Images) (Photo: Anadolu Agency via Getty Images)
LONDON, UNITED KINGDOM - JUNE 30: British Prime Minister Boris Johnson leaves 10 Downing Street for his weekly Prime Ministerâs Question appearence in House of Commons in London, England on June 30 2021. (Photo by Tayfun Salci/Anadolu Agency via Getty Images) (Photo: Anadolu Agency via Getty Images)

Attesa nel Regno Unito per le dichiarazioni del premier Boris Johnson sulla prevista revoca, dal prossimo 19 luglio, delle ultime restrizioni anti-Coronavirus. Stando alle anticipazioni, il capo del Governo di Londra si appresterebbe a parlare, nel corso di una conferenza stampa in programma da Downing Street nel pomeriggio, della necessità di “cominciare ad imparare a convivere con il virus”. Johnson sottolineerà “il successo dell’andamento del programma di vaccinazioni” - che ha portato al momento alla somministrazione di almeno una dose di antiCovid all′86% della popolazione (con il 63% che ha ricevuto due dosi) - ma non nasconderà il fatto “che la pandemia non è finita” e che anzi “i casi continueranno ad aumentare nelle prossime settimane”.

Inizialmente prevista per il 21 giugno, questa scadenza era stata posticipata di un mese a causa del dilagare della variante Delta, che ora rappresenta quasi tutti i nuovi casi nel Regno Unito, che è il Paese in Europa con il maggior numero di morti per la pandemia (128.000) dopo la Russia ed è gradualmente uscito da un terzo lockdown, ma permangono alcune restrizioni relative, tra l’altro, ai locali notturni, ai grandi eventi e al servizio bar nei pub.

Secondo Downing Street, gli ultimi dati indicano che i contagi continueranno ad aumentare man mano che le restrizioni verranno revocate, “ma il legame tra ricoveri e decessi si indebolisce” grazie al programma di vaccinazione.

Il Governo di Londra da diversi giorni suggerisce di volersi appellare al buon senso della popolazione e sta valutando di abbandonare l’obbligo della mascherina nei luoghi pubblici al chiuso. Questo approccio è stato aspramente criticato da alcuni degli accademici che consigliano il Governo. Stephen Reicher, professore di psicologia sociale all’Università di St. Andrews, ha detto che è &ldquo...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli