Demanio marittimo, in Sicilia bando per 27 beni in concessione -3-

red/Rus

Roma, 27 lug. (askanews) - "Abbiano onorato - aggiunge l'assessore al Territorio e Ambiente Toto Cordaro - l'impegno assunto con la legge Finanziaria del 2018. Tutti i beni immobili censiti sul demanio marittimo della Regione saranno messi a bando. La finalità è quella di perseguire tre obiettivi: la tutela, il ripristino con la ristrutturazione e la valorizzazione dei beni. Quello di oggi è il secondo passaggio in questa direzione e rappresenta un ulteriore esempio del modus operandi del governo Musumeci: impegni presi, impegni mantenuti".

All'inizio dell'anno era stato pubblicato, sempre dal dipartimento Ambiente guidato da Giuseppe Battaglia, un primo bando per l'assegnazione di altri 18 beni. Per questi è stata completata l'istruttoria da alcune settimane per nove e la relativa graduatoria è già stilata. La concessione riguarda: il manufatto ex "Opa" di Sferracavallo a Palermo; l'ex bar e ristorante "Cannatello" di Agrigento; due lotti relativi agli ex bagni pubblici "Marina di Cottone" a Fiumefreddo di Sicilia, nel Catanese; il Castello di Falconara a Butera; la lanterna-semaforo Carro di Scicli; l'ex abitazione di Punta Sottile a Favignana e l'ex casa agricola sulla strada provinciale Torretta Granitola a Mazara del Vallo.