Denaro per risolvere pratiche, 3 arresti in Ag. Entrate Frosinone

Red/Sav

Roma, 13 nov. (askanews) - Con l'accusa di concussione e truffa aggravata i carabinieri di Frosinone hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Frosinone, su richiesta della locale Procura, a carico di 3 persone tra funzionari e dipendenti dell'Agenzia delle Entrate-Ufficio del Territorio di Frosinone.

L'indagine ha stabilito che i tre destinatari delle misure cautelari con più azioni delittuose, abusando delle loro qualità e dei loro poteri, costringevano terze persone a promettere loro indebitamente la dazione di somme di denaro, prospettando ed artatamente enfatizzando varie difficoltà relativamente a pratiche, offrendosi di risolverle in quanto titolari di poteri istruttori e decisionali, che avrebbero assicurato il buon esito della pratica, facendosi consegnare per il proprio operato delle somme di denaro.

Nello stesso procedimento, risultano indagati altri 19 tra liberi professionisti e consulenti per i reati di corruzione.