Denise Pipitone, Piera Maggio contro la trasmissione Quarto Grado

·1 minuto per la lettura
piera maggio
piera maggio

Continua la polemica a distanza tra la madre di Denise Pipitone, Piera Maggio, e la trasmissione televisiva Quarto Grado, con quest’ultima che ha deciso di continuare a parlare del caso della bambina scomparsa nel 2004 nonostante fosse stata diffidata dal farlo proprio dalla madre della piccola. Il conduttore del programma Gianluigi Nuzzi s è giustificato parlando del patto tra Qaurto Grado e i telespettatori che prevede la notizia prima di tutto.

Denise Pipitone, polemica tra Piera Maggio e Quarto Grado: “Andremo avanti nelle sedi opportune”

Nel rispondere alla signora Maggio, il giornalista Gianluigi Nuzzi ha dichiarato: Se mamma Piera Maggio vuole delle scuse da noi, io le faccio. […] C’è un patto importante tra Quarto Grado e telespettatori. Questo patto ha una sola regola: la notizia prima di tutto. Questo vuol dire che noi non tacciamo nulla, noi rispettiamo tutti e non abbiamo la presunzione di risolvere i casi. Certo, possiamo avere un ruolo di stimolo per le indagini, raccontando però tutto, proprio tutto. E questo lo possiamo fare senza farci dettare le scalette o i temi da nessuno, se non dalla cronaca. La priorità è quella dei fatti”.

Parole alle quali ha prontamente replicato la madre di Denise Pipitone, la quale sulla sua pagina Facebook ha scritto: “Siamo stupidi?… Andremo Avanti… nelle sedi opportune“. La donna ha poi rilanciato su Instagram anche le dichiarazioni dell’avvocato Giacomo Frazzitta, che sulla vicenda ha affermato: “Il dolore di una madre, le velate comunicazioni di dire di più sulla vita privata di un immenso dolore portano a fare festa sullo share”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli