Denise Pipitone, Piera Maggio e Pietro Pulizzi: "E' viva e va cercata"

·1 minuto per la lettura

"Fino a prova contraria Denise è viva e va cercata, se e quando ci dimostreranno il contrario, allora ci fermeremo nel cercarla e proseguiremo in altro". Lo scrivono, in un post su Facebook, Piera Maggio e Pietro Pulizzi, genitori della piccola Denise Pipitone scomparsa da Mazara del Vallo il primo settembre 2004. "Chiunque in tutti questi anni ci ha fatto del male - aggiungono - indirettamente o indirettamente, non può e non deve rimanere impunito, soprattutto chi ha sequestrato Denise!".

Intanto, secondo quanto ha appreso ieri l'Adnkronos, non ci sono tracce della piccola Denise nella palazzina di via Pirandello a Mazara del Vallo. Questo l'esito della lunga ispezione eseguita ieri pomeriggio nell'edificio che ospitò fino a pochi anni fa Anna Corona, la madre della sorellastra della bimba scomparsa. I Vigili del fuoco e i Carabinieri del Ris sono stati al lavoro fino alle 20.15 nella palazzina, cercando anche con le carte del catasto alla mano, eventuali tracce di lavori di muratura fatti negli ultimi anni. Controlli anche nel garage e in una botola, con un pozzo, ma come si apprende anche qui l'esito è stato negativo. Era stata una segnalazione, non anonima, a indicare agli investigatori alcune notizie ritenute "molto interessanti".