Denise, spunta un nuovo teste: "So com'è andata ma non ho mai parlato per paura"

·2 minuto per la lettura
Denise Pipitone nuovo testimone
Denise Pipitone nuovo testimone

Stando alle anticipazioni della puntata di Chi l’ha visto del 19 maggio sarebbe sputato un nuovo testimone che afferma di sapere tutta la verità sul caso di Denise Pipitone. Si tratta di un soggetto che si è rivolto al programma sostenendo di conoscere i fatti ma di non aver mai parlato prima per paura.

Denise Pipitone: nuovo testimone a Chi l’ha visto

Sono 17 anni che so, non ho parlato prima per paura…“. Queste le parole con cui l’anonimo, già autore di una lettera recapitata allo studio del legale di Piera Maggio, ha contattato la trasmissione di Federica Sciarelli. Oltre ad aver inviato nuovamente la missiva con informazioni relative alle fasi successive al rapimento della bimba, si è detto “sicurissimo al cento per cento di quello che ho visto“. Durante la puntata che andrà in onda a partire dalle 21:15 verranno forniti ulteriori dettagli.

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Denise Pipitone: il caso della bambina scomparsa a Mazara del Vallo nel 2004

Denise Pipitone, nuovo testimone: l’appello a farsi vivo

Nei giorni scorsi l’avvocato Frazzitta, dagli schermi televisivi, aveva invitato il testimone a farsi vivo: “Ti attendiamo, nella massima riservatezza, perché abbiamo bisogno di fare un passo avanti: vieni fuori in qualche modo, ma aiutaci ancora“. Un appello rilanciato anche dalla mamma di Denise, che sui social aveva chiesto all’autore della lettera di farsi sentire, nei modi ritenuti opportuni, per mettere fine ad un dolore che si protrae da diciassette anni: “Non solo noi, è l’Italia intera che glielo chiede“.

Denise Pipitone, nuovo testimone: la lettera inviata all’avvocato

Come spiegato dal legale a Storie Italiane in onda su Rai Uno, nella missiva si fa riferimento ad un fatto avvenuto immediatamente dopo la sparizione di Denise. Il testo “introduce elementi interessanti che sono stati da noi in parte riscontrati“. L’oggetto della lettera, di cui l’avvocato non ha voluto parlare in dettaglio, non è comunque un oggetto negativo. Non si parla infatti di un luogo o di qualcosa di negativo nel senso più atroce del termine ma è più il racconto di un episodio. “Racconta di un fatto interessante, un pezzo del puzzle, seppure dai contorni da definire, interessante. Ci dà un elemento a noi totalmente sconosciuto“, ha aggiunto.

GUARDA ANCHE IL VIDEO: La vita in diretta, l'appello di Piera Maggio dopo la lettera anonima sul caso Denise Pipitone

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli