Denuncia Day Bergamo, due fratelli: persi mamma e pap in 4 giorni

Fcz

Milano, 10 giu. (askanews) - In quattro giorni hanno perso il padre e la madre, entrambi stroncati dal Coronavirus. I fratelli Pietro e Diego Federici fanno parte delle decine di persone che oggi si sono presentate davanti alla Procura di Bergamo per presentare le loro denunce ai magistrati che indagano per epidemia colposa. Il problema, spiegano, che nella Bergamasca "non ha funzionato niente, la comunicazione con gli ospedali, le cure".

Il loro un racconto drammatico: "Mio pap salito sull'ambulanza con le proprie gambe, nel giro di due giorni ci hanno detto: migliorato, peggiorato, morto. Con nostra madre successa la stessa cosa. Ci hanno detto: 'Stiamo cominciando a darle la morfina'. La state accompagnando a morire? 'No, la aiutiamo a non soffrire', ci hanno risposto e in poco tempo non c'era pi". Nonostante la perdita di entrambi i genitori, "nessuno ci ha ancora fatto il tampone", denunciano ancora i fratelli Federici: "Ora siamo qui per dare loro giustizia e fare in modo che queste cose non accadano ad altri".