Deputata Usa Tlaib non andrà in Israele:"Condizioni oppressive"

A24/Pca

New York, 16 ago. (askanews) - La deputata statunitense Rashida Tlaib ha dichiarato che non andrà in Israele, dopo che lo Stato ebraico le ha concesso l'ingresso per "ragioni umanitarie" per visitare la nonna in Cisgiordania. La deputata, su Twitter, ha scritto di non potersi piegare alle "condizioni oppressive" imposte dal governo israeliano.

La prima domanda di Tlaib e della collega Ilhan Omar, presentata per visitare i territori occupati in Cisgiordania e Gerusalemme Est, era stata respinta perché le due parlamentari sostengono il boicottaggio di Israele. Poi, Tlaib aveva promesso di non promuovere il boicottaggio di Israele durante la sua visita.