Deragliamento Lodi, le reazioni al tragico incidente sull’alta velocità

treno lodi

Sono moltissimi i tweet e i messaggi che hanno invaso il web a seguito del tragico incidente ferroviario avvenuto a Lodi la mattina del 6 febbraio 2020. Da personaggi della politica a persone comune: le reazioni al deragliamento di Lodi vogliono raccogliere nel dolore tutto il popolo italiano. A causa dell’incidente hanno perso la vita i due macchinisti del treno partito da Milano centrale e diretto a Salerno. Inoltre, molti dei 28 passeggeri che si trovavano a bordo sono rimasti lievemente feriti.

Deragliamento Lodi, le reazioni

Una delle prime reazioni al terribile deragliamento avvenuto all’altezza di Lodi è stata quella del leader di Italia Viva, Matteo Renzi. “Chi prende il frecciarossa quasi tutti i giorni – scrive l’ex premier – si domanda come possa essere accaduto. Ma adesso, prima di tutto, solo le condoglianze alle famiglie e il grazie ai soccorritori”.

Teresa Bellanova, invece, si è detta “senza parole” per il tragico incidente. Questo il suo messaggio: “Un abbraccio forte ai feriti e le mie condoglianze alle famiglie delle vittime. È una tragedia inspiegabile, su cui sarà necessario fare chiarezza”.

Matteo Salvini, intervenuto sul deragliamento a Lodi, ha scritto su Facebook: “La mia vicinanza ai famigliari e ai colleghi dei due macchinisti del Frecciarossa morti in servizio e un ringraziamento ai soccorritori. Se qualcuno ha sbagliato dovrà pagare“.

Antonio Tajani, invece, ricorda: “Ogni giorno migliaia d’italiani, pendolari e non, viaggiano in treno. Tragedie come quella di oggi a Lodi non devono accadere. Si faccia subito chiarezza sull’incidente. Condoglianze ai familiari delle vittime. frecciarossa”.

Il portavoce di M5s al Senato, Agostino Santillo, invece, ha scritto: “Profondo cordoglio per le vittime del deragliamento di un frecciarossa stamattina nei pressi di Lodi. Bisogna continuare a concentrare tutti gli sforzi nel miglioramento della sicurezza, obiettivo primario dall’inizio del nostro mandato”.

Marco Mazzocchi, giornalista e conduttore televisivo, scrive ancora: “Mi sveglio leggendo la notizia del deragliamento del frecciarossa Milano-Salerno. Non è stata una strage ma sono comunque morti due macchinisti. Che lavoravano per portare altra gente al lavoro. Dolore e rispetto“.

Dario Nardella, il sindaco di Firenze, ha commentato così il tragico incidente: “Sconcerto per il frecciarossa deragliato a Lodi. Il mio cordoglio per i due macchinisti che hanno perso la vita. Ora è il momento di stringerci in un grande abbraccio con le famiglie delle persone coinvolte e speriamo sia fatta presto chiarezza su questo grave incidente”.

Milano, reazioni dal Comune

La segretaria metropolitana del Pd di Milano, Silvia Roggiano ha scritto su Twitter: “Dolore e sconcerto per il frecciarossa deragliato questa mattina. Cordoglio alle famiglie dei due macchinisti che hanno perso la vita nell’incidente, e un abbraccio ai feriti. Restiamo in attesa di conoscere cause e dinamiche di questa tragedia, intanto grazie ai soccorritori”.

Sul profilo Twitter del Partito Denmocratico Milano, infine, è apparso un messaggio: “Immagini drammatiche a lodi. Nell’attesa di conoscere le cause e le dinamiche del deragliamento del treno frecciarossa, ci stringiamo attorno ai familiari dei due macchinisti e a tutti i feriti”.

Il prefetto di Lodi

Marcello Cardona, il Prefetto di Lodi, ha effettuato un sopralluogo sul posto e ha dichiarato: “Poteva essere una carneficina“. “La situazione è tutta da valutare – ha poi aggiunto rispondendo a una domanda riguardante la probabile dinamica dell’incidente -, non si può parlare di distaccamento“.