Deripaska: Navalny mi diffama, mai fatto da tramite Trump-Cremlino

Cgi

Mosca, 9 feb. (askanews) - Il leader dell'opposizione Alexei Navalny ha pubblicato un'indagine video che sostiene che l'oligarca russo Oleg Deripaska ha fatto da messaggero tra il capo della campagna elettorale del presidente americano Donald Trump, Paul Manafort, e un alto funzionario della politica estera del Cremlino, Sergey Prikhodko. Deripaska in un post su Instagram ha smentito le accuse e le ha definite parte di una campagna diffamatoria contro di lui.

Manafort, che ha servito come capo della campagna elettorale di Trump a metà del 2016, è sospettato di aver offerto informazioni sulla campagna al magnate dei metalli legato al Cremlino Deripaska. L'offerta è stata vista da Washington come prova delle presunte interferenze della Russia nelle elezioni presidenziali degli Stati Uniti che hanno visto Trump vincere la Casa Bianca.

L'oppositore sostiene di aver saputo della crociera di Deripaska e Prikhodko dagli scatti e dai video pubblicati su Instagram da una escort - tale Nastya Rybka - che viaggiava con i due pezzi da novanta e avrebbe avuto una storia con il 're dell'alluminio'.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità