Deriso come calciatore: va in campo e spara

calcetto

Hanno scritto su un gruppo su Whatsapp che giocava male a calcetto: offesa a quanto pare insopportabile per un 48enne che ha pensato bene di "farsi giustizia da sé" con le armi. L'incredibile episodio è accaduto a San Cipriano d'Aversa (Caserta). Il calciatore deriso si è presentato con una pistole - una calibro 7.65 con matricola abrasa - presso il campo di calcetto dove stava giocando colui che lo avrebbe insultato. Ha fatto fuoco per vendicarsi, ma ha mancato il bersaglio ferendo all'addome un 40enne intervenuto a far da paciere.

Lo sparatore, già noto alle forze dell'ordine per reati comuni, è stato fermato dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Casal di Principe per tentato omicidio. Attualmente è in carcere, in attesa che il Gip del tribunale di Napoli decida se confermare o meno il fermo.

LEGGI ANCHE: Chieti, 15enne muore durante partita di calcetto