Detenuti in rivolta al carcere di Caserta, occupata una sezione

Aff

Napoli, 13 giu. (askanews) - Una rivolta dei detenuti scoppiata nel carcere di Santa Maria Capua Vetere (Caserta). Da quanto apprende Askanews da fonti sindacali, circa 60 detenuti avrebbero preso l'intera sezione del reparto di isolamento.

"Tra ieri e oggi, i reclusi, hanno devastato alcuni uffici e ferito 6 colleghi. La situazione molto delicata", spiega Aldo Di Giacomo, segretario generale del sindacato di Polizia Penitenziaria (SPP). Sul posto sono giunti il vice capo del Dap, Roberto Tartaglia e il Provveditore regionale amministrazione penitenziaria, Antonio Fullone. "Il rischio che queste rivolte si possano espandere in meno istituti, ma con pi violenza. E' in atto un piano di destabilizzazione e a breve ce ne renderemo conto, per in ritardo" spiega Di Giacomo.

La notte scorsa 6 agenti del penitenziario sono stati aggrediti da due detenuti extracomunitari. Nei giorni scorso, invece, a protestare sono stati gli agenti della polizia penitenziaria per le modalit di consegna di alcuni avvisi di garanzia da parte dei Carabinieri per presunti maltrattamenti a detenuti.