Detenuto in permesso tenta sgozzare ragazza,Bonafede invia ispettori

Gtu

Roma, 19 ott. (askanews) - Il Guardasigilli, Alfonso Bonafede, ha incaricato l'ispettorato del ministero della Giustizia a compiere accertamenti sul caso di Mohamed Safi, il 36enne arrestato a Torino per tentato omicidio mentre usufruiva di un permesso dal carcere.

Il tunisino ha cercato di sgozzare la compagna, una torinese di 44 anni, che voleva lasciarlo, perché aveva scoperto che era un detenuto, in carcere per avere assassinato nel 2008 a Bergamo la fidanzata 21enne dell'epoca. La donna, sfregiata al volto, è ricoverata all'ospedale Maria Vittoria.