I dettagli della vita privata di Catherine Spaak

·1 minuto per la lettura
Vita privata Catherine Spaak
Vita privata Catherine Spaak

Catherine Spaak ha vissuto una vita piena di successi da un punto vista professionale, ma altrettanto intensa sul lato sentimentale. L’attrice e conduttrice si è sposata quattro volte ed è stata madre di due figli dei quali la prima l’ha avuta in giovanissima età e con la quale non avrebbe mai legato veramente.

La vita privata di Catherine Spaak, il primo matrimonio e la nascita di Sabrina

Nei primi anni ’60, quando aveva solo 18 anni, Catherine si è sposata con l’attore Fabrizio Capucci con il quale ha lavorato sul set della pellicola “La voglia matta”. Nascerà la figlia, ma è proprio con quest’ultima che vivrà uno dei suoi dolori più grandi.

A “Il Giornale” aveva rivelato: “Ero a casa dei Cappucci dopo il matrimonio con Fabrizio ma non ero mai stata a mio agio. Così sono scappata. La famiglia non mi ha mai perdonata e mi hanno denunciata. Sono stata trovata a Bardonecchia, alla frontiera. Non ero una donna libera. Negli anni ’60 c’era ancora la patria podestà. Sono tornata a Roma ma il giudice mi ha strappata da mia figlia. Per me? È stata una tragedia”. Ha poi aggiunto: “Si sosteneva che io fossi un’attrice di dubbia moralità. Mia figlia rimase dalla nonna paterna. La vita di Sabrina e la mia è stata distrutta per sempre”.

La relazione con Johnny Dorelli e gli ultimi due matrimoni

Nel 1972 Catherine Spaak sposerà Johnny Dorelli. Il matrimonio dal quale è nato il secondogenito Gabriele durerà fino al 1979 e sarà probabilmente una delle storie d’amore più chiacchierate del decennio per via della grande popolarità di entrambi. Tra il 1993 e il 2010 Spaak è stata sposata in terze nozze con Daniel Rey, infine il quarto e ultimo matrimonio con Vladimiro Tuselli, ex comandante di navi con il quale è stata unita dal 2013 al 2020.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli