Deutsche Bank non farà affari con Trump in futuro - NYT

·1 minuto per la lettura
La sede di Deutsche Bank a Francoforte

FRANCOFORTE (Reuters) - Deutsche Bank non avrà rapporti d'affari con il presidente uscente degli Stati Uniti Donald Trump o con le sue aziende in futuro, dopo l'assalto al Campidoglio da parte dei sostenitori del Repubblicano il 6 gennaio scorso.

È quanto riportato dal New York Times.

Deutsche Bank è l'istituto finanziario più importante per Trump, con circa 340 milioni di dollari di prestiti in essere alla Trump Organization, il gruppo del tycoon gestito al momento dai suoi due figli.

Il NYT ha citato una persona che conosce il pensiero della banca.

Un portavoce di Deutsche Bank non ha commentato. La Trump Organization non ha immediatamente risposto a una mail con una richiesta di commento fuori dall'orario lavorativo, e l'ufficio stampa della Casa Bianca non ha risposto al telefono.

Christiana Riley, a capo delle operazioni Usa della banca, ha condannato le violenze della scorsa settimana con un post su LinkedIn.

"Siamo orgogliosi della nostra Costituzione e stiamo al fianco di chi la difende per assicurarsi che il volere del popolo venga rispettato e che avvenga una transizione dei poteri pacifica", ha scritto.

Reuters aveva scritto a novembre che Deutsche stava cercando delle soluzioni per chiudere le relazioni con Trump dopo le elezioni, stanca della cattiva pubblicità derivata dal legame con il presidente uscente.

(Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Roma Francesca Piscioneri, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)