Di Battista attacca il leader della Lega su Facebook: 'Vile e conformista'

·1 minuto per la lettura
Alessandro Di Battista: il post Facebook
Alessandro Di Battista: il post Facebook

In data 25 luglio, Alessandro Di Battista ha espresso alcune considerazioni su Matteo Salvini tramite un post su Facebook. Ricordando il commento del leader della Lega riguardo la vicenda giudiziaria di Attilio Fontana per il “caso camici”, il pentastellato ha esordito: “Siamo stufi di queste indagini ad orologeria”. Ha poi continuato: “Così Salvini – uno degli uomini più banali, politicamente vili e conformisti d’Italia – ha appena commentato l’inchiesta che coinvolge il leghista Attilio Fontana”. In seguito, Di Battista ha ricordato come l’inchiesta riguardi un appalto da parte della regione Lombardia a un’azienda che produce camici. Realtà imprenditoriale, questa, appartiene al cognato di Fontana.

Di Battista su Salvini: ‘C****** dozzinale”

Nel post Facebook di Alessandro Di Battista è possibile leggere inoltre: “Il giorno in cui Salvini non verrà più trattato da fascista ma da quel che è veramente, ovvero un c****** dozzinale ecco, quel giorno coinciderà con la fine politica di questo personaggio”. Ha poi fatto notare come, a suo dire, nel caso in cui un esponente del Movimento 5 stelle venisse indagato per un appalto sanitario assegnato ai suoi familiari nel corso dell’emergenza da coronavirus, lui non vorrebbe altro che conoscere la verità dei fatti.

La citazione a Giovanni Falcone

Alessandro Di Battista ha spiegato nel post: “In un paese normale un leader che ogni giorno parla di legalità rispetto al tema dell’immigrazione, che va a Capaci a rendere omaggio … A Giovanni Falcone, che parla di piccole e medie imprese e dei loro problemi a restare in piedi, non avrebbe mai pronunciato parole così scontate”. Per Di Battista, le parole di Salvini risultano “vigliacche”, “immorali” e “convenzionali”.