Di Battista difende Paragone: “È infinitamente più grillino di tanti altri”

di battista difende paragone

La presa di distanza di Alessandro Di Battista dal Movimento 5 Stelle e dalla strategia politica del leader Luigi Di Maio era evidente già da tempo, pur non essendosi conclusa con una fuoriuscita o un’espulsione dal partito. Non sorprende, dunque, la solidarietà manifestata dall’ex parlamentare grillino al senatore Gianluigi Paragone dopo l’espulsione dal M5s.

Di Battista difende Paragone

“Gianluigi [Paragone, ndr] è infinitamente più grillino di molti che si professano tali”: comincia così il commento di Alessandro Di Battista sotto un post dell’attivista pentastellata Angela Bosco. L’ex parlamentare non nasconde la sua vicinanza al senatore, sottolineando che “non c’è mai stata una volta che non fossi d’accordo con lui. Vi esorto a leggere ciò che dice e a trovare differenze con quel che dicevo io nell’ultima campagna elettorale che ho fatto. Quella da non candidato, quella del 33%”. La stessa percentuale ricordata anche da Paragone (“Sono stato espulso dal nulla. C’era una volta il 33%, e ora…”) su un foglio di carta intestata del Senato dopo la decisione dei probiviri.

di battista commento su paragone

La risposta di Paragone

Tramite Facebook è arrivata anche la risposta di Paragone, che ha voluto ringraziare Di Battista “per le belle parole che ha usato in mia difesa. Alessandro rappresenta quell’idea di azione e di intransigenza che mi hanno portato a conoscere il Movimento: stop allo strapotere finanziario, stop con l’Europa di Bruxelles, stop con il sistema delle porte girevoli, lotta a difesa dei veri deboli, stop alle liberalizzazioni che accomunano Lega e Pd. Io quel programma lo difendo perché con quel programma sono stato eletto”.

post paragone