Di Battista: "Popolo palestinese soffre, c'è troppa islamofobia"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

"Ormai, purtroppo, non si parla più dei diritti del popolo palestinese. Un popolo che da decenni vive sofferenze. Sono sofferenze riconosciute anche da parte di moltissimi cittadini israeliani che non condividono alcune scelte del loro governo". Lo dice all'Adnkronos Alessandro Di Battista, in vista della Giornata internazionale della solidarietà con il popolo palestinese, domani 29 novembre.

"In particolare", sottolinea l'esponente M5S, "è triste vedere quanta l'islamofobia, che ha colpito molta opinione pubblica a livello mondiale, nonostante le prime vittime del terrorismo fondamentalista islamico siano gli stessi musulmani, abbia evidentemente spinto molte persone a fare di tutta l'erba un fascio e a dimenticarsi dei diritti sacrosanti di un popolo come quello palestinese".

"Un popolo che ha il diritto di vivere e prosperare in pace in una terra riconosciuta senza occupazioni illegali e senza l'impedimento di soddisfare delle esigenze socio-economiche", insiste l'ex deputato.