Di che colore è questo vestito?


La blogger swiked ha postato su Tumblr l'immagine di un abito da cerimonia che sta confondendo gli occhi di molte persone, compresa Taylor Swift. Voi di che colore credete che sia questo abito?

C'è chi lo vede bianco e oro. C'è chi crede che sia blu con inserti di pizzo nero. I pareri si inseguono, tutti diversi, sotto le immagini. Taylor Swift dal suo profilo Twitter tuona con un lapidario "Ovviamente è blu e nero".

Le illusioni ottiche generano sempre curiosità. Con la capacità di rendere virale un contenuto, il divertimento creato da questo dibattito sui colori ha fatto toccare al post quota 20 milioni tra visualizzazioni, post e tweet. Buzzfeed, che ha dedicato un articolo al caso, ha ricevuto 600.000 visite, un record che ha fatto vacillare i server della testata. Per un momento il web si è trasformato in un enorme stanza in cui tutti discutevano animatamente su quale fosse il vero colore dell'abito. Anche i profili social di brand come Sony, Amazon e Victoria's Secret hanno preso parte alla discussione online.

Dopo la gara su chi avesse la percezione più realistica sui colori, ci si è cimentati nella ricerca della spiegazione scientifica più nota. C'è chi ha tirato in ballo la differenza di coni dell'occhio di ogni persona. Chi ha affermato che si tratta solo di una foto sovraesposta e chi ha preso in considerazione lo spettro meno forte del colore blu a video. C'è anche chi ha modificato la foto per affermare la "sua" verità e chi ha cercato il vestito originale per mostrare i veri colori.


Ma è la scienza a salvarci dalla confusione e a spiegare perché le persone, davanti a questa foto, percepiscono colori differenti. Innanzitutto precisiamo: l'abito è nero e blu.

Secondo il dottor Stephen McLeod del dipartimento di oftalmologia della UCSF, la confusione delle diverse visioni è data da una deficienza nella percezione del rosso e verde abbastanza comune. "Scommetto che la maggior parte delle persone che hanno definito il vestito nero sono uomini". Un uomo su dodici infatti è daltonico.

I colori che vediamo dipendono dall'attività di tre tipi di coni: rossi, verdi e blu, corrispondenti a lunghezze d'onda lunghe (rosso), medie (verdi) e corte (blu) della luce. Il colore che vediamo contemplando un pomodoro ad esempio è dato da uno preciso rapporto, calcolato in alcune aree del cervello, tra le attività dei nostri coni rossi e verdi. Le diverse attività di questi coni ci danno una percezione diversa dei colori.

"Se guardate l'area oro (o nera) della foto, se vedete l'oro significa che percepite i pixel rossi e verdi. Se avete una deficienza nell'attività dei coni rosso e verde, allora vedrete solo nero.

Tuttavia l'alta quantità di persone che dicono di vedere il vestito come blu e nero (73%) non possono soffrire inconsapevolemente di questa deficienza visiva. Per questo è necessario prendere in considerazione un'altro fenomeno, noto come "illusione di luminosità". Guardate quest'immagine: si tratta della Scacchiera di Adelson, pubblicata nel 1995 su Vision Science da Edward Adelson del MIT.

Gli elementi A e B hanno lo stesso colore. Ma ciò che c'è intorno comunica al nostro cervello l'informazione sul colore giusto di ogni elemento. Ciò che crea l'illusione è la luminosità. Il nostro sistema visivo percepisce le diverse intensità della luce: la costanza attribuisce un colore specifico a ciò che vediamo.

Tornando al vestito, è l'intensità della luminosità dello schermo su cui guardiamo l'immagine a fare la differenza. Chi ha uno schermo con una intensità meglio calibrata, vedrà il vestito per quello che è, cioé blu e nero. O no?