Governo chiede stop immediato offensiva in Siria

webinfo@adnkronos.com

"Seguo con profonda preoccupazione gli ultimi sviluppi nel nordest della Siria. Facciamo appello alla Turchia perché cessi immediatamente la sua iniziativa militare unilaterale che possa mettere in pericolo la stabilità regionale e indebolire la lotta contro Daesh". Lo scrive il premier Giuseppe Conte in un nuovo tweet, in inglese, a proposito dell'operazione di Ankara nel nord della Siria. "Dobbiamo evitare ogni ulteriore sofferenza alla popolazione", afferma. 

Per il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, l'offensiva militare "è inaccettabile e la condanniamo". Secondo Di Maio, Ankara "rischia di compromettere la lotta al terrorismo", perché le azioni militari "hanno sempre fatto proliferare il terrorismo". L'Italia, aggiunge il ministro a margine della IX Conferenza Italia-America Latina e Caraibi in corso alla Farnesina, chiede alla Turchia di "cessare immediatamente l'offensiva", che aggrava le condizioni del popolo siriano, già vittima di anni di guerra. 

Nel consiglio dei ministri degli Esteri Ue di lunedì "sarà molto importante uscire con una sola voce", spiega ancora il ministro annunciando che lunedì sarà in Lussemburgo per la riunione dei capi delle diplomazie europee. L'Italia, aggiunge il ministro, chiederà all'Unione Europea di far sentire "una sola voce", anche rispetto ad eventuali "iniziative" nei confronti di Ankara.