Di Maio: al pettine nodi 30 anni, da Venezia ad Alitalia e Ilva

Pol/Arc

Roma, 18 nov. (askanews) - "Mi aspettavo che a un certo punto arrivassero al pettine tutti i nodi degli ultimi trent'anni. Se Venezia è in quelle condizioni è perché il Mose è stato un bancomat della politica; se Alitalia è in queste condizioni è perché è stato un bancomat della politica; e Ilva, trent'anni di abbandono...". Lo dichiara Luigi Di Maio, in esclusiva all'inviato Alessandro Poggi nell'intervista in onda questa sera in seconda serata su Rai2, a Povera patria.

"Ora - prosegue il leader M5s e ministro degli Esteri - tutto sta arrivando nelle nostre mani, i nodi stanno arrivando al pettine: una Seconda Repubblica in cui le forze politiche non hanno fatto il loro dovere, che era quello di rilanciare economia e tutelare l'occupazione. Nel caso di Venezia, invece di tutelare la città hanno tutelato Galan che ha preso le tangenti sul Mose".