Di Maio annuncia Impegno Civico, il nuovo partito creato con Tabacci: “Domani simbolo e programma”

di maio impegno civico
di maio impegno civico

Il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ha rivelato pubblicamente il nome del nuovo partito Impegno Civico istituito insieme a Bruno Tabacci con il quale si presenterà alle elezioni politiche del prossimo 25 settembre.

Di Maio annuncia Impegno Civico, il nuovo partito creato con Tabacci: “Domani simbolo e programma”

Ospite di Lucia Annunziata a Mezz’ora in più su Rai 3 nel pomeriggio di domenica 31 luglio, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha svelato il nome della sua nuova forza politica creata insieme a Bruno Tabacci. Il simbolo e il programma verranno presentati nella giornata di lunedì 1° agosto.

In merito al progetto, Di Maio ha dichiarato: “La nuova formazione che presenteremo domani con Bruno Tabacci si chiamerà ‘Impegno civico’ e rappresenta quel principio di responsabilità civica che anche Papa Francesco ieri ha evocato – e ha aggiunto –. Domani presenteremo programma e simbolo, ci saranno esponenti della società civile e amministratori locali. Sarà una forza politica riformatrice con una grande attenzione a transizione ecologica e digitale che sono gli assi del PNRR. Ne faranno parte esponenti del terzo settore, dello sport e dell’ecologia”.

“Scriverò una lettera a tutti i leader dei partiti politici affinché sottoscrivano un appello alla Commissione europea per sostenere il governo Draghi nella battaglia per il price cap”, ha rivelato poi Luigi Di Maio.

Il seggio a Modena e i rapporti dei politici italiani con la Russia di Putin

Nel corso dell’intervista a Mezz’ora in più, Lucia Annunziata ha chiesto al ministro degli Esteri di rispondere ai rumors sul collegio sicuro a Modena riservato all’ex 5 Stelle. A questo proposito, Di Maio ha dichiarato: “Prima di tutto smentisco. Aggiungo poi una cosa tecnica: entro il 14 agosto bisogna presentare simboli e coalizione, poi le liste. Ma se non esiste una coalizione, come si fa a trattare i collegi?”.

Di Maio, poi, ha proposto che dopo le elezioni venga istituita una commissione parlamentare di inchiesta per verificare i legami che gli esponenti politici italiani intrattengono con il mondo dell’economia e della finanza della Russia di Putin: “Ci sono più ombre che luci, i legami fra forze politiche e leader italiani, e mondi politici, economico-finanziari e russi sono da accertare. Faccio una proposta: quando inizia la nuova legislatura, istituiamo una commissione di inchiesta che accerti i legami fra leader e partiti politici italiani e mondi politici economici e finanziari russi. Mi auguro ci possa essere l’unanimità su una legge per istituirla”.

LEGGI ANCHE: Il tweet di Matteo Renzi per le elezioni: “La destra di Salvini e Meloni la conosciamo”

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli