Di Maio: auguri alle donne, proseguiamo l'impegno per la parità

Lme

Milano, 8 mar. (askanews) - "Nella ricorrenza di oggi, 8 marzo, Giornata internazionale della donna, desidero rivolgere a tutte le donne della Farnesina i miei auguri più sentiti e esprimere un profondo ringraziamento per il servizio prestato in maniera encomiabile con spirito di sacrificio e anche in situazioni difficili tanto a Roma quanto all'estero". Lo scrive il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, in una nota a proposito della ricorrenza dell'8 marzo.

"Voglio confermare l'impegno del ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale nel perseguire gli obiettivi delle pari opportunità e della parità di genere - ha aggiunto Di Maio -. Questi, sul piano interno, costituiscono indicatori fondamentali di modernità ed efficienza del MAECI, così come di ciascuna amministrazione dello Stato; sul piano internazionale, il principio di parità di genere è valore universale nella tutela dei diritti fondamentali e principio ispiratore della politica estera del nostro Paese, anche nel quadro dell'Unione Europea".

"Il ministero è fortemente impegnato nella lotta contro ogni forma di violenza e di discriminazione contro le donne e per il raggiungimento della parità di genere e dell'empowerment femminile, sia nei fori multilaterali che nelle relazioni bilaterali con i Paesi terzi, oltre che attraverso programmi della Cooperazione allo Sviluppo. Si tratta di temi fondamentali che costituiscono anche una priorità del mandato triennale dell'Italia al Consiglio per i Diritti Umani dell'ONU (2019-2021) e che si inquadrano nell'ambito della più ampia azione internazionale dell'Italia a favore della protezione e della promozione dei diritti umani e delle libertà fondamentali nel mondo".

"La parità di genere e la diversità - ha concluso Luigi Di Maio - creano valore per l'Amministrazione tutta e danno un contributo determinante al suo buon andamento. Se l'obiettivo è chiaro e la sensibilità è massima, il percorso verso la piena parità non è semplice né scontato. Persistono ostacoli da rimuovere e squilibri da colmare, ma abbiamo riscontri incoraggianti e sempre più frequenti di come le pari opportunità siano un moltiplicatore di efficienza ed efficacia dell'azione ministeriale e di tutta la rete estera. La componente femminile è fattore decisivo per la nostra Amministrazione. Questo ci deve indurre a fare sempre di più per la parità di genere, anche con misure orientate alla tutela della genitorialità, a un costante miglioramento dei metodi di lavoro e alla conciliazione tra vita professionale e vita privata".